Come arredare la stanza dei bambini nelle 4 fasi di crescita



Un tema molto importante, per quanto concerne l'arredamento, è sicuramente come arredare le camerette.

Ecco alcuni consigli utili a premessa di questa guida.

1 ) Optare per colorazioni neutre. Questo vale per le pareti e per il mobilio, poichè a mio parere, scegliere colorazioni troppo sgargiati o vivaci, potrebbe a lungo andare stancare. Meglio utilizzare il colore negli accessori.

2) Non sovraccaricare la stanza di mobili, trasformando la cameretta in una prigione per il bimbo. Ricordiamoci che le esigenze dei bambini variano molto in fretta: ad esempio optare per un fasciatoio potrebbe non sempre essere la soluzione migliore, poichè sostanzialmente lo si utilizza massimo per il primo anno, poi necessariamente diverrà il classico "mobile di troppo". Dunque scegliere un arredo inizialmente super minimal che andrà ad evolversi con la crescita del bimbo.

3) Ceste a gogò. Fondamentale è per il bimbo, imparare da subito il rispetto per gli spazi e le cose. L'utilizzo e l'ausilio di ceste e contenitori, lo aiuterà a capire fin da subito il concetto di ordine.

In questa guida ho voluto suddividere la cameretta in 4 diverse fasi di crescita del bimbo.

Vediamole nel dettaglio:

La cameretta dai 0 ai 2 anni d'età


In questa prima fase le esigenze del piccolo sono molto limitate.

Dunque basterà inserire, all'interno della cameretta, pochi elementi e soprattutto utili.

1) Non dovrà sicuramente mancare un armadio, che accompagnerà il bambino almeno fino ai 10 anni di vita, sostituendolo poi con qualcosa di più grande e funzionale.

2) La culla, in grado di ospitare il bambino almeno fino ai 3 anni.

3) Invece che un fasciatoio ingombrante e utile per un breve periodo, il mio consiglio è optare per un supporto removibile da poter inserire al di sopra di una cassettiera, ad esempio, che può effettivamente tornare utile per un periodo più lungo.

4) Una sedia comoda, che sia anche a dondolo, perfetta per l'allattamento ma anche per cullare il piccolo.

5) Un bel tappeto a pelo corto.

6) I cubotti, sono perfetti per creare una scaffalatura dinamica, non necessariamente appesi, ma anche poggiati per terra, per contenere ceste e giocattoli .

7) Per rendere l'ambiente più allegro e vivace, si può optare per della carta da parati (consiglio l'applicazione su una sola parete).

Sceglietela in colori tenui e dalla fantasia minimal.




La cameretta dai 3 ai 6 anni d'età



Per questa seconda fase, ho scelto un arredamento prettamente Montessoriano, dove il bambino possa vivere in autonomia il proprio spazio.

Dunque, le stesse proporzioni del mobilio sono proprio a misura di bimbo.

Linee minimali con predilizione dei legni chiari .

1) Il letto da prediligere raso terra, in maniera tale che il piccolo possa sentirsi libero di alzarsi ed andare a dormire in autonomia senza necessariamente la presenza di un adulto. La struttura è perfetta per invogliare il bambino alla nanna: aggiungete cuscini, qualche pupazzo e delle luci sospese.

2) I mobili, in questa fase, devono essere anch'essi a misura di bambino, favorendo per essi la giusta indipendenza: tavolino con seggioline, cubotti a terra per il contenimento di libri e giocattoli.

3) Giochi che stimolino il piccolo sia a livello motorio che sensoriale. Non è necessario sovraccaricare la stanza di troppi pezzi, ma i classici "pochi ma buoni", sono perfetti. In questo modo il bambino non si troverà sopraffatto e confuso.

4) Come detto in premessa, ceste e contenitori colorati aiutano il bimbo nella stimolazione al concetto di ordine.





La cameretta dai 7 agli 11 anni d'età




In questa terza fase ci troviamo di fronte alla crescita del bambino, ancora presente la fase ludica ma con una netta propensione verso la fase adolescenziale.

1) Rimane comunque uno spazio dotato di comfort, dove trovano la giusta sintonia gioco e creatività.

2) Gli spazi devono essere ariosi per permettere al meglio la motorietà del bambino.

3) L'atmosfera dovrà essere rilassante e confortevole, dunque è comunque preferibile optare per forme simmetriche e pulite, senza rinunciare a confort e senso estetico.

4) In questa ambientazione ho deciso di inserire come protagonista la famosa quechua, ovvero la tenda tanto amata da tutti i bambini.

Quel luogo dove nascondere i propri segreti, dove ritirarsi. Quello spazio perfetto anche in termini di protezione e riservatezza.

Diciamoci la verità: tutti ne abbiamo sempre sognata una, fortunatamente sul web è possibile trovarne di diversi tipi un po' per ogni fascia di prezzo.




La cameretta dai 12 ai 18 anni d'età




Arriviamo all'ultima, nonchè quarta fase del nostro percorso di arredamento per quanto concerne la stanza dei bambini e ci troviamo dunque alla fase che propende verso l'età adulta.

In questo caso la stanza del bambino va a stravolgere completamente i suoi canoni trasformandosi in una vera e propria stanza per adulti.

Come avete potuto notare, nelle fasi precedenti, si è cercato di mantenere una tipologia di arredamento abbastanza basica, quello che sostanzialmente cerco di consigliare per evitare di incombere in spazi troppo oberati e poco funzionali.

Soprattutto pensando anche al fatto che andare a stravolgere l'arredamento della stanza dei ragazzi ad ogni anno, potrebbe rivelarsi particolarmente dispendioso.

Dunque è meglio mantenere uno stile sobrio e cercare di fare acquisti mirati.

Certo, questa sarà la fase sicuramente più dispendiosa poichè la stanza subirà una vera e propria metamorfosi.

Le esigenze cambieranno e con esse anche il modo di concepire questo spazio.

Non dovrà mancare, anche in questo caso la funzionalità ed il confort.

Per questo tipo di ambientazione, ho optato per arredi semplici, dai toni neutri. Confort ma anche senso estetico, Uno spazio dove i ragazzi possano oltremodo, riuscire a trovare armonia e creatività.





In sintesi, credo di avervi elencato quanto più possibile e dettagliatamente, come comportarsi con l'arrivo di un bimbo.

Assolutamente la frenesia farà da padrona con l'arrivo del lieto evento, ma spero comunque che i miei consigli possano tornarvi utili per cercare di ragionare e compiere delle scelte più mirate possibili.

Vi ricordo, che potete comunque contattarmi in privato se avete bisogno di qualche dritta e consiglio utile in più per rendere perfetta la stanza dei vostri bimbi o qualsiasi angolo della vostra casa.

Potete scrivermi tramite social: @francescafalchidesigner

Oppure all'indirizzo email: francescafalchidesigner@gmail.com

Qui di sotto, vi lascio anche il video dedicato all'arredamento delle camerette, sul mio canale Youtube:




0 visualizzazioni0 commenti